Normativa di riferimento

Cosa si intende per “Invalidità civile”?

Definizione

L'invalidità è la difficoltà a svolgere alcune funzioni tipiche della vita quotidiana o di relazione a causa di una menomazione o di un deficit fisico, psichico o intellettivo, della vista o dell'udito.

L'esatta definizione di legge si desume dalla Legge 118/1971: "si considerano mutilati e invalidi civili i cittadini affetti da minorazione congenita e/o acquisita (comprendenti) gli esiti permanenti delle infermità fisiche e/o psichiche e sensoriali che comportano un danno funzionale permanente, anche a carattere progressivo, compresi gli irregolari psichici per oligofrenie di carattere organico o dismetabolico, insufficienze mentali derivanti da difetti sensoriali e funzionali che abbiano subito una riduzione permanente della capacità lavorativa non inferiore a un terzo, o se minori di anni 18, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie dell'età."
 

Quando l’invalidità è "civile" ? L'invalidità è "civile" quando non deriva da cause di servizio, di guerra, di lavoro.

Se il soggetto ha superato il diciottesimo anno di età, è, cioè, maggiorenne, l'invalidità civile viene definita in percentuale. .

Inoltre per i maggiori di quindici anni viene indicata la percentuale di invalidità ai fini dell'iscrizione alle liste speciali di collocamento, secondo quanto disposto dalla Legge 68/1999.
 

Si considerano mutilati e invalidi civili i soggetti ultrasessantacinquenni, ai soli fini dell'assistenza sociosanitaria e della concessione dell'indennità di accompagnamento, che abbiano difficoltà persistenti a svolgere i compiti e le funzioni proprie della loro età.

Il Decreto ministeriale 5 febbraio 1992 definisce le modalità per la valutazione dell'invalidità civile, della cecità civile e del sordomutismo, e indica le relative percentuali di riferimento.
 

Chi svolge l’accertamento ?

L'accertamento delle minorazioni civili è effettuato dalle specifiche Commissioni operanti presso ogni Azienda o Usl.
 

Valutazione dello stato di handicap

L'accertamento delle minorazioni civili viene effettuato con criteri diversi da quelli adottati per lavalutazione dello stato di handicap ai sensi della Legge 5 febbraio 1992, n. 104 e produce un verbale di certificazione diverso.

 

Riferimenti legislativi:

Normativa

 

Torna indietro

 

 

 

 

   

NEWS

14/03/2016

Convegno NASCO BENE VIVO MEGLIO

18 Marzo 2016“NASCO BENE, VIVO MEGLIO: ITINERARI E LUOGHI DI PREVENZIONE e DI CURA. Sinergie, Collaborazioni, proposte metodologiche ed operative per la gestione del parto distocico e la cura della...