Bacheca online

Questa sezione raccoglie le lettere ricevute dai genitori, utili a instaurare dibattiti o semplicemente per testimoniare e rassicurare chi, in questo momento, sta attraversando momenti difficili.

Di seguito troverete le lettere già pubblicate, ma è anche possibile inviare la propria o rispondere ai messaggi presenti in bacheca. Per motivi di riservatezza le e-mail pervenute verranno valutate e successivamente pubblicate.

 

Clicca qui per inviare un messaggio

 

- Bacheca 2023

- Bacheca 2022

- Bacheca 2021

- Bacheca 2020

- Bacheca 2019

- Bacheca 2018

- Bacheca 2017

- Bacheca 2016

- Bacheca 2015

- Bacheca 2014

- Bacheca 2013

- Bacheca 2012

- Bacheca 2011

- Bacheca 2010

- Bacheca 2009

- Bacheca 2008

- Bacheca 2007

- Bacheca 2006

- Bacheca 2005

- Bacheca 2004

- Bacheca 2003

- Bacheca 2002

 

Pag 1 di 1

 

 

Messaggio inviato il 29/01/2023

Salve, ho 24 anni e sono affetta da paralisi ostetrica del plesso brachiale dx. Ho una riduzione della mobilità del braccio che noto essere peggiorato e provo dolore da quando ho interrotto la fisioterapia. Mi hanno sempre detto di fare fisioterapia a vita, almeno per mantenere i piccoli movimenti che faccio. Pertanto cerco un consiglio su un centro di fisioterapia che se ne occupi su Milano e anche su un team di specialisti sempre su Milano per rifare eventualmente una visita.

Gentilissima,
Il dr.Filippo Senes, specialista in paralisi ostetrica, lavora ora come consulente presso multimedica di Milano 02.999.61.999
Sicuramente saprà aiutarla.
Il suo numero personale è +39 348 225 9500.
Mi faccia sapere
Federica Gismondi

 

 

Messaggio inviato il 26/01/2023

Buongiorno,
Sono una donna di 36 anni, affetta da paralisi Ostetrica al braccio sx. Come molti ho fatto terapie, fisioterapie ecc dalla nascita fino all'età dello sviluppo.
Ora è da qualche tempo che ho dolori al braccio, ho fatto varie visite (ortopedia, fisioterapia, neurologia ecc) e tutti che mi dicevano di vedere un altro specialista. Ma avrei bisogno di uno specialista di questa patologia, vorrei capire cosa devo aspettarmi. La mobilità nel braccio con gli anni è peggiorata, e se prima non mi sono mai sentita disabile o invalida (anche se lo sono), ora inizio a percepire l'effettiva disabilità che mi porto da una vita. Vivo nella provincia di Modena.

Gentilissima
La ringrazio per averci contattato.

L'attività motoria è fondamentale x i plesso lesi a tutte le età ed è la soluzione x i dolori. Nella zona di Modena non ho riferimenti. Posso indicare i centri e i nominativi che trova sul sito nella pagina centri di cura.
La ringrazio. Mi faccia sapere
Federica Gismondi

 

 

Messaggio inviato il 17/01/2023

Buona sera a tutti. Sono Silvia, ho 45 anni e alla nascita ho subito una paralisi ostetrica al braccio sinistro. Come ho avuto modo di leggere, la mia storia è simile a quella di molti altri: i miei genitori, nonostante il dolore e lo smarrimento iniziale, mi hanno cresciuta senza farmi sentire una "diversa". Non sono mai stata esonerata da alcun tipo di attività, ho sempre fatto quel che potevo come potevo, non sono mai stata discriminata e non mi sono mai pianta addosso (e non per merito mio, ma proprio perché non sono stata abituata a considerare questa mia condizione un problema insormontabile). Ad ogni nuovo insegnante di ginnastica, istruttore di nuoto, di scuola guida, o qualsiasi persona con cui sarei stata tenuta a svolgere un'attività nella quale la mia condizione sarebbe stata evidente, ero solita presentarmi esponendo subito la cosa: questa per me era una cosa naturale, solo riflettendoci da adulta ho capito quanto questo mi abbia aiutato a fortificare il mio carattere. Non sono stata mai operata e ho fatto fisioterapia fin dalla nascita e tanta ginnastica mirata, fino all'età dello sviluppo. Questo mi ha permesso di non avere conseguenze sulla colonna vertebrale e di ottenere uno sviluppo dell'arto ad un primo sguardo "normale", anche se il braccio e la spalla sono comunque "asimmetrici" e se molti movimenti mi sono preclusi. Proprio per l'impostazione con cui i miei genitori hanno affrontato la situazione, non mi sono mai sentita "disabile" e non ho mai intrapreso alcun tipo di iniziativa legale, neanche in merito al riconoscimento dell'invalidità. Adesso, riflettendo sulla mia condizione e su quello che è un mio diritto (anche se tuttora fatico a considerarlo tale se solo paragono il mio problema ad altri ben più gravi), sto valutando la possibilità di richiedere un qualche tipo di riconoscimento legale. È possibile per me richiedere la 104? Ed eventualmente come mi dovrei muovere?

Gentilissima innanzitutto complimenti per quanto è riuscita a fare!
In merito all"invalidità le consiglio di rivolgersi ad un patronato che le spiegherà il da farsi.
La invito al convegno che si terrà a Casale Mto presso il castello dei Paleologi di casale m.to piazza castello dalle ore 9
L'aspetto
Federica Gismondi




21 gennaio 2023 convegno
Titolo: " E’ possibile garantire sicurezza in un piccolo punto nascita? Importanza della formazione continua all' Ospedale S. Spirito di Casale M.to .
La Gestione chirurgica e fisioterapica nella cura della paralisiostetrica"

Programma
Ore 9,00 iscrizioni

Ore 9.15 Saluti ( introduce e presenta F. Gismondi, presidente associazione bambini affetti da paralisi ostetrica )

Ore 10,00 Moderatore Dott. R.Chiapponi
Presentazione dell proposta di linee guida sul percorso terapeutico per la gestione chirurgica e fisioterapica della lesione ostetrica del plesso brachiale intervengono:
• on. Rossana Boldi, già Vicepresidente Della XII Commissione (Affari Sociali) dal 21 giugno 2018;
• dott.ssa Federica Gismondi, presidente APOS
• dott. Filippo Senes Consulente Chirurgo U.O.Chirurgia della Mano, Ospedale S.Giuseppe - IRCCS Multimedica Spa –Milano
• Dott. Nunzio Catena Responsabile UOSD Centro Chirurgia ricostruttiva e della Mano – IRCCS Istituto Giannina Gaslini Genova,
• dott. ssa Laura Baroni Responsabile dell’Unità Professionale di Riabilitazione

.

Ore 10:30
Introduzione al tema - dr. P.Grassano Direttore della Struttura Complessa (SC) Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale dell’ASL di Alessandria.
Moderatore dott. L. Carratta Dirigente Medico Ginecologia Ostetricia Ospedale S. Spirito Casale M.to

Ore 10,45 Lezione magistrale:
Prof.ssa R. Attini Dipartimento di Scienze Chirurgiche Università di Torino
"parto con distocia, formazione continua . Raccomandazioni per la gestione . Sistema nazionale linee guida."

Ore 11:10 coffee break
Ore 11:20 Interventi a tema
Dr.ssa L. Sferruzza Dirigente Medico Ginecologia Ostetricia Ospedale S. Spirito Casale M.to: la formazione continua: I corsi a
Casale m.to

11:35 Dr.ssa C. Strozzi La simulazione per la formazione- rianimazione neonatale.

11:55 Dr.ssa E. Scata’ esperienza formativa, ricadute
12:10 Dott.ssa B. Livia , capostetrica Ospedale S. Spririto Casale M.to ""L'ostetrica ha 1 ruolo nella gestione della patologia?"
12:25 Dr. Giacomo Bolognesi Presidente Comitato Sostenitori Santo Spirito

12:35 Dr.ssa Gismondi chiusura lavori mattino- sospensione attività

Pausa pranzo libera

Lesioni ostetriche del plesso brachiale in età evolutiva e lesioni del plesso brachiale nell’adulto
Moderatore Prof.Giorgio Pajardi
( Direttore U.O.Chirurgia della Mano, Ospedale S.Giuseppe- IRCCS Multimedica Spa Milano- Direttore Scuola di Specializzazione Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica-Università degli Studi di Milano)

14.00 Lesioni ostetriche in epoca perinatale
dott. Filippo M. Senes
(Consulente Chirurgo U.O.Chirurgia della Mano, Ospedale S.Giuseppe - IRCCS Multimedica Spa -Milano)

14.15 La chirurgia secondaria degli esiti di paralisi ostetrica
Dott. Nunzio Catena
(Responsabile UOSD Centro Chirurgia ricostruttiva e della Mano – IRCCS Istituto Giannina Gaslini Genova)

14:30 Gli adulti con esiti di paralisi ostetrica
Dott. Paolo Titolo
( Dirigente Medico U.O.Ortopedia e Traumatologia ad indirizzo Chirurgia della mano-CTO Centro Ortopedico Traumatologico, Torino)

14.45 Le lesioni traumatiche del plesso brachiale dell’adulto
Dott. Nicola Felici
(Direttore UOC Chirurgia Ricostruttiva degli Arti – Azienda Ospedaliera San Camillo Forlanini, Roma).

15.00- 15.15 Discussione

15:15 Dott. FT Matteo Pirinu "La presa in carico fisioterapica del bambino e dell'adolescente con LOPB: principali obiettivi nelle diverse fasce d'età"

15:30 Dr M. Polverelli Direttore dipartimento riabilitazione strutturale ASO AL A. Mari Ft Ospedale Infantile ASO AL. C. Maffei Ft Piccolo Cottolengo Don Orione Tortona, Incarico LP T. I. N ASO AL:
Gli strumenti nel trattamento fisioterapico del paziente con LOPB.
.
15:45 Ing. Francesca Consonni (genitore) La relazione tra genitore e fisioterapista

16:00 Dott.ssa A. Lugli Dirigente - SOC Psicologia ASL Al L'accompagnamento psicologico : genitore -operatore sanitario

16:15 Avv. M. Di Pietro, presidente A.P.L.I Associazione Plesso lesi Adulti

16:30 APOS ODV dott.ssa Federica Gismondi- conclusioni

 

 

Pag 1 di 1

 

 

NEWS

16/01/2023

Convegno Nazionale APOS: E’ possibile garantire sicurezza in un piccolo punto nascita? Importanza della formazione continua all' Ospedale S. Spirito di Casale M.to. La Gestione chirurgica e fisioterapica nella cura della paralisiostetrica

Programma Ore 9,00 iscrizioni   Ore 9.15  Saluti ( introduce e presenta F. Gismondi, presidente associazione bambini affetti da paralisi...